Sarà presentato mercoledì 26 giugno alle 18,30 a Bari a Villa Romanazzi Carducci il Rapporto Pmi e Grandi imprese a cura di Cerved in occasione di Industria Felix – La Puglia, la Basilicata e il Molise che competono, evento organizzato per la quinta edizione pugliese e per le prime lucane e molisane da Industria Felix Magazine, il nuovo periodico nazionale di economia e finanza diretto da Michele Montemurro, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.C. Industria Felix, Regione Puglia, Puglia Sviluppo (con un intervento finanziato a valere sulle risorse dell’azione 3.5 del POR Puglia 2014/2020 “Attrazione degli investimenti e interventi di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese pugliesi”), con i patrocini di Politecnico di Bari, delle Università di Bari, di Foggia e del Salento, Confindustria, di Confindustria Puglia, Basilicata e Molise, Ansa (media patner), con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Lidl Italia, MV Line Group, Amicar – Lexus Bari, Michele Gravina srl e Cantina Fiorentino.

Per l’evento di Bari è stata realizzata una maxi inchiesta sui bilanci dell’anno fiscale 2017 (gli ultimi disponibili nel complesso) di 12.219 società di capitali con sede legale in Puglia e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 1,5 miliardi di euro, di 1.598 società con sede legale in Basilicata e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 4,5 miliardi di euro, di 878 società con sede legale in Molise e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 140 milioni di euro.

«Dai nostri dati emerge che il 2017 è stato un anno caratterizzato da luci ed ombre per le imprese operanti in Puglia, Basilicata e Molise. Da una parte le buone performance di ricavi e margini lordi, soprattutto in Puglia (+13,7% e +3,7%) e Molise (+13,9% e +18,5%), dall’altra alcuni segnali di inversione di tendenza, come l’aumento delle liquidazioni di società in bonis, la crescita dei ritardi nei pagamenti e l’incremento della quota di imprese in area di rischio». Il commento è di Valerio Momoni, Marketing, Product and Business development Director di Cerved Group S.p.A., che aggiunge: «Questi segnali potrebbero implicare un progressivo indebolimento della ripresa economica e quindi, anche per queste regioni, una frenata delle performance nel 2018 e 2019». In Basilicata si viaggia a due velocità: si registrano segnali positivi solo per la provincia di Matera.